BAMBINI

I genitori non lo vogliono perché è nato senza una mano, ma dopo 4 anni accade qualcosa di Meraviglioso

I genitori non lo vogliono perché è nato senza una mano, ma dopo 4 anni accade qualcosa di Meraviglioso

BAMBINI, BLOG
A guardarlo ora Kirill sembra non aver mai trascorso 4 anni dentro un orfanotrofio, senza una famiglia che lo amasse e da amare, in attesa che un giorno non troppo lontano qualcuno varcasse quella porta e lo portasse via. Alla nascita è stato abbandonato dai genitori naturali perché non aveva la mano destra e questa disabilità in Kazakistan, il Paese in cui è nato, non viene accettata. Non è stato facile per lui mantenere viva la speranza di sentirsi accettato e amato come qualsiasi bambino, ma dopo 4 anni finalmente una coppia canadese, Doug e Lesley Facey erano arrivati fin lì per portarlo con loro e fargli vivere una vita felice. Loro desideravano da anni adottare un bambino, e quando hanno incontrato gli occhi di Kirill sapevano che era proprio lui il bambino che avevano sempre volu
Attenzione alle truffe su Facebook: non scrivete “Amen” o finirete “ingannati”

Attenzione alle truffe su Facebook: non scrivete “Amen” o finirete “ingannati”

BAMBINI, BLOG, CURIOSITÀ, NOTIZIE, TECONLOGIA
Qualche consigli dagli esperti per non cadere vittime delle truffe su Facebook. Sul web bisogna fare molta attenzione a ciò che si scrive o clicca, perché le truffe, i raggiri e le bufale sono sempre dietro l’angolo. Ora, in modo particolare, si dovrebbe fare attenzione a utenti disonesti di Facebook che postano immagini di bambini, adulti e animali malati, feriti o morti. Il loro scopo è di ingannare gli altri utenti che scrivono “Amen” come commento, rendendo inavvertitamente questi post popolari e perpetuando l’imbroglio con conseguenze che possono essere molto preoccupanti. Truffe su Facebook: ce ne sono più di quante immaginate! Si tratta di un raggiro bello e buono di chi si approfitta di utenti che pensano di aiutare, facendo leva sul loro buon cuore. In questa situazione, dove
Ecco lo Spot che ogni sognatore dovrebbe guardare… Wow!

Ecco lo Spot che ogni sognatore dovrebbe guardare… Wow!

BAMBINI, BLOG, VIDEO
Riuscire a realizzare un sogno può richiedere una pazienza e una quantità di lavoro enormi, soprattutto se non si ha la fortuna di essere supportati da altre persone. Ma quando si capisce che è davvero quella la cosa che vogliamo dalla vita, allora ogni sforzo ha valore, ogni goccia di sudore acquisisce significato e alla fine, nel raggiungere un obiettivo, potremmo accorgerci di aver ottenuto quello e molto altro.
Invece di viziarli troppo spieghiamo ai nostri figli il valore della fatica

Invece di viziarli troppo spieghiamo ai nostri figli il valore della fatica

BAMBINI, BLOG
Viziare troppo i figli fa perdere il valore della fatica.Bisogna far capire loro di dar valore alle piccole cose ed alla fatica necessaria per ottenerle Camminare con i figli è sempre più difficile, in una emergenza educativa che coinvolge la nostra società. Pur ammettendo tale emergenza siamo come anestetizzati dalle tante occupazioni che abbiamo, che spesso perdiamo di vista le priorità. Sì, lo sappiamo quali sono le priorità: poi a fine giornata, nei fatti, tirando le somme, vediamo che le persone o le attività che ci premerebbero di più, spesso sono lasciate in secondo piano a causa del fantomatico “da fare”. Ma torniamo all’educazione: il rapporto genitori-figli sembra oggi più complicato che mai. Figli definiti “sempre più svegli”, che maneggiano tablet e pc dalla prima infanzia
Come salvare un bambino quando soffoca

Come salvare un bambino quando soffoca

BAMBINI, CURIOSITÀ, VIDEO
Tutti dobbiamo sapere come salvare un bambino quando soffoca. È una tragedia che colpisce almeno 50 famiglie italiane all’anno, perché non tutti si fanno trovare preparati quando capita. E la tragedia si può appunto evitare conoscendo le mosse giuste. Per avere successo bisogna tenere in conto che il rimedio dipende dall’età: se il bambino è piccolo bisogna sedersi sistemando il bimbo a faccia in giù sulle gambe, dandogli colpi sulla schiena dal centro verso l’esterno. Se, invece, il bambino ha più di tre anni, bisogna sistemarlo leggermente prono in avanti con la testa verso il basso. A questo punto bisogna dare 5 colpi con il palmo della mano sulla schiena, in zona centro-laterale Se il bambino ancora non espelle l’oggetto che impedisce la respirazione si deve ricorrere alla cosidd
Questa ragazzina è un vero prodigio… Guardate come muove le dita sulla fisarmonica e che MUSICA! WOW!!!

Questa ragazzina è un vero prodigio… Guardate come muove le dita sulla fisarmonica e che MUSICA! WOW!!!

ARTE, BAMBINI, VIDEO
Il suo nome è Karene Neuville, ha iniziato a suonae la fisarmonica all’età di 4 anni. Il suo talento ha deliziato le orecchie di chiunque ha avuto l’opportunità di ascoltarla. I suoi video su Youtube sono molto visualizzati. Ha interpretato varie canzoni di grandi interpreti. Si è esibita durante celebri cerimonie di gala accanto a grandi artisti. Ha avuto l’opportunità di suonare insieme a fisarmonicisti professionisti come Damien Poyard o Jérôme Robert. La passione di Karene è di matrice ereditaria, la fisarmonica è infatti lo strumento che per generazioni hanno suonato alcuni componenti della sua famiglia. Dunque questo talento strepitoso gli è stato tramandato. La fisarmonica è uno strumento molto complesso da suonare, ma tra le sue mani tutto sembra semplice. La piccola ragazzina
Ecco come inconsapevolmente distruggiamo l’ autostima dei nostri figli.Il post che ogni genitore dovrebbe leggere

Ecco come inconsapevolmente distruggiamo l’ autostima dei nostri figli.Il post che ogni genitore dovrebbe leggere

BAMBINI, BLOG, CURIOSITÀ
Hai figli emotivamente avviliti,psicologicamente affranti,demotivati e senza più la minima autostima di se stessi?Ecco quali sono le cause citate dalla pedagogista-docente Dr. Tiziana Cristofari. Sono una pedagogista-docente e mi occupo di formazione oramai da diversi anni. Troppo spesso però vedo una situazione che non posso più tacere, anche se non è la prima volta che ne parlo. Sono molto indignata per la facilità con cui i nostri bambini vengono giudicati e “torturati” psicologicamente. E non sto esagerando! Perché la tortura non è solo quella fisica, ma anche e ai nostri giorni soprattutto, quella psicologica. Viviamo in una società molto superficiale, dove i tempi frenetici e la poca pazienza che abbiamo nei confronti dei nostri bambini e delle nostre bambine, ci spingono a conclu
Ecco come distruggiamo la mente dei nostri figli: tutti i genitori dovrebbero leggere!

Ecco come distruggiamo la mente dei nostri figli: tutti i genitori dovrebbero leggere!

ANIMALI, BAMBINI, BLOG, CURIOSITÀ
Figli svogliati e disattenti – Sette mesi prima di morire, il famoso psichiatra americano Leon Eisenberg, che ha scoperto il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ha dichiarato al settimanale tedesco Der Spiegel che le cause genetiche di tale malattia (sulla quale si basavano l’esclusione della responsabilità genitoriale e molte delle prescrizioni di pillole) erano chiaramente sovrastimate. Sono una pedagogista-docente e mi occupo di formazione oramai da diversi anni. Troppo spesso però vedo una situazione che non posso più tacere, anche se non è la prima volta che ne parlo. Sono molto indignata per la facilità con cui i nostri bambini vengono giudicati e “torturati” psicologicamente. E non sto esagerando! Perché la tortura non è solo quella fisica, ma anche e ai nostr
Tecnologia Wifi: un killer silenzioso che ci uccide lentamente

Tecnologia Wifi: un killer silenzioso che ci uccide lentamente

BAMBINI, BLOG, CURIOSITÀ, FOTO, NOTIZIE, TECONLOGIA
Oggi siamo letteralmente dipendenti da internet ed in particolare dalla rivoluzione della connessione WiFi, senza fili, grazie alla quale è possibile collegarsi in rete in qualunque angolo della casa e perfino in strada. Nonostante i produttori di router wireless debbano rispettare specifiche norme per tutelare la salute degli utenti, ad oggi non si ha ancora la certezza rispetto alle conseguenze che questa tecnologia riserva al nostro organismo. Basta chiedersi, per avere un’idea di cosa stiamo parlando, in che modo i dispositivi come smartphone, tablet e computer interagiscono con il router. Ovviamente è noto: ciò avviene attraverso la trasmissione di segnali WLAN (onde elettromagnetiche). In altre parole, siamo circondati da onde elettromagnetiche provenienti da ogni dove – e ciò non

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.